Oriente e Occidente si incontrano nel piatto

La cucina italiana in Giappone

Dalle tradizionali pizzerie ai ristoranti fusion più all’avanguardia, il Giappone ha accolto a braccia aperte la cucina italiana, e intrecciato una storia d’amore che dura da un secolo.

Per quanto possa sembrare strano sulle prime, la cucina giapponese e quella italiana hanno in comune molto di più del fatto di essere famosi prodotti d’esportazione. La cucina italiana è probabilmente una delle più conosciute e più amate del mondo, seguita a ruota da quella giapponese, che gode di grandissima popolarità, spaziando dal sushi al tempura passando per il succulento manzo di Kobe e la tendenza culinaria del 2016: i noodles.

 

Le due cucine hanno molti elementi in comune, in particolare l’enfasi sulla stagionalità e sulla semplicità, oltre ad alcuni ingredienti e metodi di cottura di base. Nella cucina giapponese, molti piatti si basano sull’abbinamento di carboidrati (riso o noodles), verdure e proteine (pesce, carne o tofu). Proporzioni simili sono anche alla base dei pasti italiani, con riso, pasta o pane integrati da proteine e molta verdura. Grazie alla ricchezza di ingredienti freschi, sono comuni anche molti metodi di cottura, per esempio al vapore o alla griglia e la meno sana ma deliziosa frittura (tempura e katsu, sorprendentemente simile a quella milanese).

È forse questa somiglianza che ha portato la cucina italiana a conquistare nell’ultimo secolo il palato dei giapponesi. Gli spaghetti fanno parte del loro menu sin dagli anni ’20, mentre la salsa di pomodoro è stata diffusa inizialmente dai soldati italo-americani durante l’occupazione negli anni ‘40, e i primi ristoranti italiani sono stati aperti da ex prigionieri di guerra italiani che scelsero di rimanere in Giappone. La conoscenza più ampia della cucina italiana risale agli anni ‘90, quando il crollo delle economie asiatiche causò la fine dei raffinati locali francesi e indusse gli chef giapponesi formati in Francia a rivolgere l’attenzione alla semplicità e ai sapori spiccatamente mediterranei della cucina italiana. Iniziò così la storia d’amore dei giapponesi con l’”Itameshi” (letteralmente “cibo italiano”).

 

Nel 2008, è stato inaugurato Eataly Japan, ben due anni prima che il mega-market alimentare italiano aprisse a New York, ulteriore prova dell’amore che i giapponesi nutrono per la nostra cucina nazionale.

 

La cucina italiana viene interpretata fedelmente o riproposta con tocchi nipponici, per esempio incorporando ingredienti locali come mentaiko, l’agrume yuzu, zenzero myoga, foglia di shiso e sakura ebi, e si può trovare non soltanto nelle città principali come Tokyo e Osaka, ma dappertutto, dai ristoranti di lusso ai bistrò informali, nei tipici izakaya, nei minimarket di quartiere e anche nelle case.

Ma quali alimenti italiani sono diventati famosi in Giappone e come si sono evoluti per diventare un po’ più giapponesi? Beh, la pizza per esempio si può gustare nella versione tradizionale e in originali interpretazioni asiatiche che prevedono sgombro sottaceto o maionese umami. Il carpaccio di pesce si è fuso armoniosamente con ingredienti giapponesi, diventando insieme al risotto un piatto forte dei ristoranti Italmeshi. Anche il brodo, che assomiglia molto al gustoso dashi, base di molti piatti giapponesi con noodles, è diventato molto popolare in Giappone. Ma ciò che forse stupisce ancora di più sono i due tipici piatti italiani che sono stati adottati dalla cucina giapponese con un’impronta molto particolare. La “wafu pasta”, ossia pasta alla giapponese, è l’espressione più autentica dell’incontro delle due tradizioni culinarie. Qui troverete gli spaghetti alla carbonara, con un insolito tocco di bianchetti o un esclusivo piatto freddo di ostriche di Hiroshima con cappellini al profumo di limone in una salsa di dashi, completato da una spruzzata di succo di limone. E le carni del posto sono state usate per preparare i tipici salumi italiani, per esempio il manzo, il maiale e l’anatra di Okinawa vengono salati e lavorati per fare il prosciutto, dal manzo di Honbu si ricava la bresaola, mentre con il maiale di Okinawa si ottiene un prosciutto arrosto.

TORNA SU

扫描二维码或搜索杜嘉班纳微信号: DOLCEGABBANAOFFICIAL
获取最新品牌活动和产品资讯。

LINEアプリでQRコードを読み取り、「追加」ボタンをタップするか 公式アカウントページで「ドルチェ&ガッバーナ」を検索して友だち追加!