Il pigiama nella storia della moda

E nella storia di Dolce&Gabbana

Il pigiama di seta che proviene dal loungewear maschile non è solo una delle tendenze più forti della stagione, ma anche una dichiarazione dell’aspetto sociologico della moda.

Il pigiama è un tema caldo in questa stagione, ma non nell’uso ordinario con cui lo si intende di solito. Mentre oggi uscire di casa con un pigiama stampato di flanella può sembrare sconveniente, per l’ambiente della moda e le tendenze di un tempo, il pigiama rappresentava una ribellione elegante all’etichetta e una dichiarazione di stile che, per decenni, è sopravvissuta ai cambiamenti culturali e storici.

Il loungewear non è sempre stato costituito da leggings e logore maglie di lana (anche se immensamente comode), soprattutto nell’abbigliamento maschile. Ad esempio, la giacca da camera, che solitamente era limitata alle pareti domestiche, è diventata un classico e un’affermazione di sé ad uso pubblico.

La stessa cosa vale per i pigiami. Negli anni trenta, i pionieri della moda e la coraggiosa femminista Coco Chanel hanno iniziato ad indossare i pigiami maschili di seta (o velluto) per le strade e, da allora, l’ambiente del fashion non ha mai cambiato idea. Inizialmente sfoggiata dalle donne in occasioni informali, ad esempio al posto dei costumi da bagno, l’ostentazione eccentrica del déshabillé è diventata una dichiarazione anticonformista, sia per l’aristocrazia della moda d’avanguardia che per il mondo degli artisti. Personaggi culto tra cui Zelda Fitzgerald, Marlene Dietrich, la marchesa Luisa Casati, Isadora Duncan e anche uomini come Salvador Dalì e Garcia Lorca non si fecero scrupoli nel confessare il loro amore per lo stile confortevole del pigiama di seta.

Dai pionieri alle passerelle, i pigiami sono ciclicamente tornati di moda. Una delle case di moda più affezionate a tale concetto è Dolce&Gabbana. Maestri nel sovvertire l’uso di alcuni capi di abbigliamento, come ad esempio l’uso della biancheria intima come indumento esterno, pensiamo al corsetto, alla canotta maschile, al reggiseno e anche alle mutande, Dolce&Gabbana stanno sperimentando anche con il pigiama rendendolo una dichiarazione di stile fin dalla sua prima passerella.

Nella collezione 1989-1990, periodo in cui la Dolce&Gabbana si è pienamente impossessata della capacità di esprimere la creatività italiana che ha lanciato i nomi dei due stilisti nell’élite della moda, oltre a corsetti e ai look ispirati al neorealismo degli anni quaranta, la collezione ha presentato due pigiami di seta stampati che avrebbero aperto la strada ad un rapporto duraturo.

Nel 1995 Dolce&Gabbana ha spostato la propria attenzione dal cinema italiano al glamour internazionale, dedicando una collezione a Hollywood. I designer erano rimasti sedotti scelte di stile dell’Età d’Oro del cinema, perciò sulle passerelle sono apparse giacche da camera ispirate alla moda maschile ma pensate per adattarsi al corpo femminile, abiti sottoveste in organza trasparente indossati sopra mutandine e reggiseni a balconcino, e pigiami di seta. Tutti capi che, indossati sciolti sulla biancheria intima femminile, offrivano una visione sul tempo libero rilassato di alcune indimenticabili dive.

Quasi un decennio dopo l’introduzione soft del pigiama sulla passerella, il duo della moda è andato oltre e ha dedicato un’intera collezione a questo look. Nella collezione primavera-estate 2009 il pigiama si esprime al meglio di sé, con parecchie forme diverse interpretate dai designer. Dal total look in seta stampata, alla sola maglia indossata sopra una gonna, pigiami con i pantaloncini corti, pigiami con mutandina, pigiami bikini, pigiami trench e anche pigiami da sera.

Grazie al patrimonio culturale del pigiama e alla duratura influenza dei pionieri della moda che per primi hanno adottato questo look, il pigiama continua ad apparire sulle passerelle in una tendenza ciclica senza fine. A maggior ragione nel 2016, in cui le passerelle primavera-estate hanno visto una serie di diverse interpretazioni in cui questo loungewear viene utilizzato come un capo esterno basilare. L’eleganza e il minimalismo creato dal pigiama, con i suoi tessuti di lusso e le straordinarie stampe, oltre alla silhouette elegante espressa con nonchalance in questo look, ne fanno uno dei capi indispensabili della stagione. Dolce&Gabbana ha presentato la Italia is Love collection, con tre splendidi pigiami caratterizzati da una stampa floreale. Per accompagnare la dichiarazione della passerella, ha creato una collezione complementare di pigiami che comprende anche stampe classiche come animalier, pois, magnifici fiori primaverili e color block.

Il pigiama dal Raj a Los Angeles

Un punto fermo della moda nel mondo che cambia

Il pigiama, un elemento di tutti i giorni, o un’inversione glamour di un'etichetta fashion, rimane sempre di moda, ma rispecchia i tempi che cambiano.

DISCOVER

Pigiama Party

Come portare la lingerie fuori dalla camera da letto

Un forte trend stagionale, il pigiama di seta a stampe vivaci diventa un look intramontabile ed elegantissimo per l'estate 2016.

DISCOVER
TORNA SU

扫描二维码或搜索杜嘉班纳微信号: DOLCEGABBANAOFFICIAL
获取最新品牌活动和产品资讯。

LINEアプリでQRコードを読み取り、「追加」ボタンをタップするか 公式アカウントページで「ドルチェ&ガッバーナ」を検索して友だち追加!